Vendite a distanza di beni – semplificazioni IVA (Stefano Amoroso)

La Direttiva 2017/2455/UE ha modificato la Direttiva 2006/112/CE in materia di IVA, prevedendo una serie di semplificazioni riguardanti, tra l’altro, le vendite a distanza di beni con decorrenza al 1° gennaio 2021. Il Governo ha il compito di recepire tali semplificazioni.

Con effetto dal 1° gennaio 2021, sono state introdotte le seguenti novità:

-  eliminazione delle soglie annue previste ai fini dell’imponibilità nel Paese membro di destinazione dei beni;

- previsione di una soglia annua di € 10.000,00, riferita al volume delle vendite a distanza in ambito intracomunitario, al di sotto della quale il cedente è soggetto a IVA nel Paese membro in cui è stabilito;

-  estensione del MOSS alle vendite a distanza in ambito intracomunitario, nel caso risulti superata la soglia annua di € 10.000,00;

-  ai fini dell’applicazione della predetta disciplina, la condizione del trasporto o spedizione a cura o a nome del cedente opera nel caso in cui quest’ultimo curi il trasporto o la spedizione anche indirettamente;

-  eliminazione dell’obbligo di emettere fattura per le vendite a distanza in ambito intracomunitario.

 



Condividi questa news:testita
Twitter Facebook Google+ Linkedin
Torna