Rivalutazione di quote e terreni più onerosa (Stefano Amoroso)

La Legge 145/2018 ha previsto la riapertura dei termini per la rivalutazione delle partecipazioni non quotate e dei terreni posseduti alla data del 1^ gennaio 2019, da parte di persone fisiche, società semplici, associazioni professionali o enti non commerciali nella propria sfera istituzionale.

La rideterminazione del valore ha l’obiettivo di ridurre l’ammontare della plusvalenza imponibile, ai fini dell’IRPEF, emergente dalla cessione della quota o del terreno posseduto, risultando conveniente a chi che detenga partecipazioni o aree edificabili con elevati plusvalori latenti e che abbia intenzione di cederle.

E’ comunque opportuno procedere alla verifica sulla convenienza dell’operazione anche in funzione dell’aumento dell’aliquota dell’imposta sostitutiva, che per il 2019 è fissata come segue: 11% per le partecipazioni qualificate, 10% per le partecipazioni non qualificate e 10% per i terreni.

Termine sia per l’asseverazione della perizia di stima che per il versamento dell’imposta sostitutiva è il 1^ luglio 2019.

Si ricorda che il tempestivo versamento dell’imposta perfeziona la rivalutazione.



Condividi questa news:testita
Twitter Facebook Google+ Linkedin
Torna