ICC – Accelerazione di procedimenti arbitrali – nuove regole dal 1 marzo 2017 (Eva Knickenberg-Giardina)

Anche la International Chamber of Commerce (ICC), tra le più importanti e rinomate istituzioni per arbitrati internazionali, ha introdotto recentemente un nuovo Regolamento, entrato in vigore il 1° marzo 2017. La principale innovazione consiste nell'introduzione di un procedimento arbitrale accelerato (Expedited Procedure), utilizzabile per controversie di valore economico limitato.


È importante sapere che la Procedura Accelerata si applica automaticamente a tutte le controversie il cui valore non superi la soglia di US$ 2.000.000. Questi cosiddetti “small claims” verranno risolti da un arbitro unico anche se la clausola arbitrale prevedeva un collegio di tre arbitri (!). Se le parti desiderano che questa regola non venga applicata, devono concordarlo espressamente (cosiddetta soluzione “opt-out”).
Il termine per l'emissione del lodo è di sei mesi dalla data della Case management conference (riunione di gestione del procedimento) la quale viene fissato, sempre secondo il nuovo Regolamento, a soli 15 giorni dalla trasmissione del fascicolo all'arbitro.


Le disposizioni sulla procedura accelerata si applicano automaticamente solo quando la convenzione arbitrale che fa riferimento al Regolamento di arbitrato ICC sia stata conclusa dopo il 1° marzo 2017. Per le convenzioni arbitrali concluse precedentemente a tale data e/o per controversie con un valore superiore le parti sono ovviamente libere di concordare l'applicazione delle regole di accelerazione (“expedited rules”).


Condividi questa news:testita
Twitter Facebook Google+ Linkedin
Torna